Cristiani Perseguitati

Ultimi Post

Inserto Digitale

Solo Restyling?

 

«Oddio un altro blog! Ma ce ne sono già a milioni, non siete originali! Ma noi non vogliamo essere originali, vogliamo semplicemente far conoscere quanto bolle nella rete della famiglia zaccariana e conoscere tutti voi che ci leggete!»

Con queste parole cominciava la nostra comunicazione online il 27 maggio 2014.
Leggere, scrivere, allarga i confini, può e deve incidere sulle nostre vite, dare il proprio contributo a costruire un futuro più giusto, un mondo migliore scriveva da qualche parte Roberto Saviano e non solo lui. Qualcun altro, come Giancarlo Siani, proprio perché scriveva con e di verità ci ha rimesso la pelle.
Gli impegni, il lavoro, l’università e le scadenze occupano tutto il nostro tempo. Se poi consideriamo che più si cresce, più si perde quello spirito adolescenziale di critica verso il sistema che molti di noi avevano, proprio perché si diventa il sistema, scriveva un altro meno noto Roberto. Scrivere anche piccoli articoli serve proprio per poter prendere una pausa dall’asfissiante vita che la società ci impone e sentirsi capaci di libertà non solo mentale.Scritto ciò forse il nostro SAMZ, campione di comunicazione, fonderebbe anche lui oggi un blog.
Giovanibarnabiti.it un’occasione per ragionare, riflettere, condividere i propri punti di vista, una bella sfida perché osservare e ragionare e … scrivere su ciò che ci circonda non è proprio di moda, ma è assolutamente necessario per se vogliamo continuare a volare, a volare alto.
Giovanibarnabiti.it ha cambiato vestito! Sarà necessario ancora qualche aggiustamento ma presto sarà rinnovato nei suoi ambiti e aeree di discussione. Questo cambiamento si è reso necessario per migliorarne le prestazioni e la fruibilità.
Ci auguriamo di avere fatto cosa gradita a tutti voi e vi aspettiamo sulle nostre “colonne” virtuali.

«Se s’insegnasse la bellezza alla gente, la si doterebbe di un’arma contro la rassegnazione, la paura e l’omertà, facendo sempre rimanere vivi la curiosità e lo stupore». Così scriveva Peppino Impastato nel combattere il male.

 

Grazie, lo staff di Giovanibarnabiti.it